Esplora contenuti correlati

 

Centri Anziani Comunali

Referenti Area Terza Età:

Assistente Sociale Antonio D'Amore

Assistente Sociale Francesca Saltarelli

Numero di telefono: 0771 6608 261 - 263 

ORARIO DI RICEVIMENTO AL PUBBLICO:

MARTEDì matt: 09:00 - 12:30  pom: 15:30 - 17:00

GIOVEDì matt: 09:00 - 12:30

SEDI DEI CENTRI ANZIANI 

Centro anziani “Amici di Scauri”
Piazzale Sieci
Scauri


Centro anziani Tufo
Via Sant’Angelo, 1
Tufo

Centro Sociale Anziani culturale-ricreativo
Via Rinchiusa
Marina Di Minturno

Centro Ricreativo e Culturale per Anziani
Via Maestra, 14
Pulcherini

Centro Anziani di Solacciano
Via Solacciano
Solacciano

 

 

Il funzionamento dei Centri Anzini Comunali è disciplinato da un Regolamento approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 7/2013 e modificato con Delibera di Consiglio Comunale n. 45 del 06/07/2019. 

Il servizio dei Centri Anziani si ispira ai principi sanciti dall’ONU della partecipazione e della tutela della dignità degli anziani.
I Centri Anziani Comunali fanno parte della rete dei servizi sociali e devono quindi attenersi alle normative ed ai regolamenti vigenti. Essi costituiscono luoghi di aggregazione e di propulsione della vita sociale e culturale, in stretto collegamento con i Servizi Sociali del Comune. Inoltre promuovono l’inclusione sociale dell’anziano nel territorio in campo sociale, sanitario, culturale e ricreativo.
Le attività dei Centri Anziani, nell’ambito della propria piena autonomia di programmazione e gestione e nel rispetto dell’individualità dell’anziano, possono essere in particolare:
di tipo ricreativo-culturale;
di tipo ludico-motorio, anche attraverso l’organizzazione di corsi presso il Centro o presso altri impianti sportivi e ricreativi;
di scambio culturale e intergenerazionale, per custodire i valori, culturali del territorio e valorizzare le tradizioni ed i mestieri, specie quelli in via di estinzione;
di tipo formativo e informativo, attraverso corsi di promozione della salute;
di tipo sociale, che promuovano la partecipazione degli anziani a varie forme di attività sociale, quali, in particolare, il volontariato sociale, la vigilanza presso le Scuole e quant’altro in raccordo con i Servizi Sociali e il Segretariato Sociale del Comune, e con gli altri Enti territoriali.
Le attività presso i Centri Anziani Comunali sono riservate agli iscritti. Ad alcune iniziative, di particolare interesse sociale e culturale, possono accedere anche non iscritti, su conforme valutazione e decisione del Comitato di Gestione.
Per il raggiungimento degli scopi istituzionali , i Centri Anziani Comunali possono svolgere attività supplementari, quali:
attività di somministrazione di alimenti e bevande non alcoliche;
partecipazione a spettacoli teatrali, cinematografici, ecc., usufruendo dei benefici previsti dalla normativa vigente;
attività di turismo, quali gite e soggiorni, senza scopo di lucro.
Le iscrizioni e la partecipazione alle attività dei Centri Anziani sono consentite a tutti gli anziani.
Possono iscriversi ai Centri Anziani tutti i cittadini che abbiano compiuto i 55 anni d’età o con età inferiore, purché venga rispettata la percentuale del 70% di iscritti con età superiore ai 55 anni.
Le iscrizioni di persone non residenti ma domiciliati nel Comune, devono essere comunicate all’Ufficio Servizi Sociali del Comune. Essi saranno ammessi a partecipare alle attività dei centri previo pagamento dell’intera quota fissata di volta in volta per ogni iniziativa e solo in presenza di posti disponibili.
Le iscrizioni possono essere effettuate in qualsiasi momento dell’anno. Se, entro 30 giorni, non sono approvate dal CDG, si intendono comunque accolte. In caso di “non accoglimento”, l’interessato può presentare ricorso all’Ufficio Servizi Sociali del Comune.
Risulta iscritto a tutti gli effetti, senza alcun onere, anche il coniuge, o il convivente a qualsiasi titolo, del richiedente di cui vanno analogamente forniti tutti i dati personali
Le iscrizioni sono raccolte in apposite schede che, oltre i dati anagrafici dovranno riportare:
la data di iscrizione o di rinnovo della stessa;
la firma per esteso dell’iscritto;
la norma dei trattamenti dei dati personali previste dalle vigenti disposizioni; la firma del Presidente o del componente del Comitato di Gestione da lui delegato.